sabato 19 gennaio 2008

Big Fish - di Tim Burton. Con Ewan McGregor, Albert Finney, Jessica Lange, Bill Cudrup. Colore 110 min. - Produzione Usa 2003.

“Big Fish” è una favola di buoni sentimenti. Una favola fantastica come nello stile di Burton, regista visionario, ipercreativo il quale, con questo nuovo film, raggiunge finalmente la maturazione assoluta. Dopo il brutto ed inutile remake de “Il pianeta delle scimmie”, unica macchia all’interno della sua filmografia, Tim gira una storia surreale a volte al limite del grottesco, ma con una profonda coscienza del mezzo tecnico e del talento di cui dispone e si spinge là dove non aveva mai osato in precedenza in modo cosi inequivocabile: verso la commozione. Niente di stucchevole, pura è semplice commozione in un finale che lascia senza fiato e con le lacrime agli occhi. Proprio gli occhi hanno di cosa estasiarsi e la spensieratezza è ben coltivata, ma un punto cruciale del film consiste nella riflessione sulla paternità ben incastonata nella sua struttura trasognante. “Big Fish” narra di un raccontatore di storie patologico, ne ha una pronta per tutte le occasioni, anche durante il matrimonio del figlio, momento in cui avviene il distacco tra i due. Ma Edward Bloom(un bravissimo Albert Finney), si ammala gravemente, ed al suo capezzale la moglie Sandra(Jessica Lange), chiama il figlio Will(Bill Crudup), il quale dopo il matrimonio era andato a vivere a Parigi con la moglie. L’astio tra i due è sempre poggiato sull’insistenza del padre nel volere raccontare storie inventate, che se non fossero così intrise di immaginazione suonerebbe come delle vere e proprie balle. Will, invece, è un giornalista abituato a raccontare storie vere. Dopo un percorso a ritroso che ricostruisce la vita di Edward con numerosi flash-back, in punto di morte Will chiede al padre di raccontargli, almeno per una volta, la verità. Questo ultimo racconto sarà anche quello più entusiasmante e toccante, tanto che il figlio collaborerà alla narrazione, quasi redento per non avergli mai creduto. E’ stato scomodato Fellini, ed il paragone è calzante. Il film pullula di personaggi strambi, di luoghi incredibili, di situazioni spassose e molto altro ancora proprio come nella vena del maestro italiano. Ed in questo caleidoscopio di immagini e situazioni Burton lascia scorrere la macchina con un piacere devastante, attraversando una sorta di romanzo picaresco fatto di fotogrammi che sfociano spesso e volentieri nel mondo onirico. Divertente, a tratti geniale, riflessivo, commovente, filmato in maniera elegante con uno sfavillare di colori da abbagliare ipotetici abitanti di pianeti lontani e non da meno interpretato in modo splendido dall’intero cast. Ci sono tutti gli ingredienti per dichiarare apertamente e senza retorica che “Big Fish” è un film
I N D I M E N T I C A B I L E!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Tim Burton è un genio, se si esclude Il pianeta delle scimmie, e questo è uno dei suoi più grandi film! Fantastici McGregor e anche sua moglie Bonham Carter!! Stupenda favola senza tempo e soprattutto senza spazio!
Ale55andra

Mario Scafidi ha detto...

ho notato anche io l'assonanza con fellini. hai fatto caso come big fish sia il primo film solare nella filmografia tendenzialmente notturna del grande burton?

Shadowland ha detto...

Si, Mario. Condivido. Ed è un paradosso se pensi che la fama di Burton è dovuta principalmente alla sua filmografia "notturna", ma abbia girato il suo miglior film con una storia "solare".

Deneil ha detto...

fantastico!qui io parlerei di vero e proprio capolavoro!a mio parere uno dei due film più belli di burton..e senza quell'aria buia che citava anche mario e che sinceramente a me sta cominciando un po' a stancare.
Non tanto perchè non mi piaccia ma perchè sembra che burton in quel mdo si limiti quando ormai sappiamo tutti dopo big fish che è capace di molto altro!hai detto praticamente tutto nella recensione..complimenti!film eccezionale!ed è anche una degli ultimi film (non in ordine di visione ma di anno in cui è uscito) per cui ho pianto sul finale..e piango ogni volta!fantastico!